Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

Ghepardi in estinzione

Il ghepardo appartiene al genere degli Acinonyx, che è formato dalla combinazione delle due parole greche akínētos, immobile (si pensi che la parola "cinetica" deriva da kínētos = movimento, quindi a-kínētos = senza movimento = immobile), e ónyx, artiglio, quindi "artiglio immobile" per sottolineare la caratteristica che, a differenza degli altri felini, non ha gli artigli retrattili. Altre caratteristiche che li rendono più simili ai canidi sono le lunghe zampe, un comportamento sociale (anziché solitario dei felini), e appunto, le unghie non retrattili.
Il nome italiano ghepardo deriva dal francese guépard che a sua volta deriva dall'italiano gattopardo, usato per descrivere tutti i piccoli felini maculati, mentre per i grandi felini maculati si usa la parola pardo (da cui gattopardo, leopardo e ghepardo). E' curioso che il Petrarca usi il vocabolo pardo come sinonimo di veloce, e infatti il ghepardo è l'animale terrestre più veloce al mondo (può rag…

Gorilla di Montagna

Occorrerebbe sempre ricordarci che l'ecosistema del pianeta Terra nel corso degli anni stia mutando sempre più rapidamente e la biodiversità delle specie animali, a causa dell'attività dell'uomo, stia scomparendo molto lentamente. Siamo come la rana dentro una pentola che bolle nel fuoco. L'acqua non sembra ancora bollente perché la temperatura sale lentamente. Similmente, esistono solo più 800 esemplari dei Gorilla di Montagna, confinati in due parchi africani (il più famoso è il Virunga), e nonostante vivano in aree protette, non sono nemmeno al riparo dai bracconieri e dalla guerriglia degli africani : i ranger del parco difendono con la propria vita i gorilla dall'uomo (140 ranger uccisi negli ultimi 20 anni), un esempio di sempre più raro altruismo, giusti tra gli uomini. Il video è molto bello e significativo.
Fonti :  - GreenMe.it - Gorilla di montagna: i ranger del Congo che rischiano la vita ogni giorno per proteggerli  - YouTube, The Mountain Gorillas o…

Essere fuori dagli schemi

Avete notato come nella moderna società consumistica ci siano due generi di soggetti che rappresentano un'attentato al mantenimento del sistema.
La prima categoria sono le persone che riconoscendo che quanto posseggano materialmente è più che sufficiente, non desiderino altro per se, cioè non desiderano l'ultimo modello di cellulare, l'auto più grande o più veloce, non pensano che il denaro non siano mai abbastanza, in pratica: non consumano, anzi se possono riciclano, si scambiano gli oggetti, non per avarizia ma proprio perchè capiscono che nel mondo la produzione di beni in occidente è sovradimensionata e nel mondo è mal ripartita. E come conseguenza, hanno molto più tempo libero, addirittura conoscono l'ozio, questa parola bandita dall'occidente dove tutti devono sempre fare qualcosa, un hobby, uno sport, devastarsi di fatica nel weekend altrimenti sono sono soddisfatti o riempirsi le serate del dopo lavoro.
La seconda categoria che il sistema teme sono le pe…

Oci ciornie (occhi neri)

"Oci ciornie", ovvero "Occhi neri" nella lingua russa, famosa canzone popolare russa, ha un'origine abbastanza singolare. Infatti deriva da un poesia del 1843, del poeta ucraino Èvgen Pavlovič Hrebinka (un ucraino quindi, non russo). Solo successivamente venne musicata. La versione più celebre, quella che oggi conosciamo deriva da un novarese (si, nato a Novara, Piemonte, nel 1890), Adalgiso Ferraris, compositore appassionato di canti popolari gitani e russi, emigrato prima in Russia poi in Inghilterra. Se quindi una delle più famose canzoni russe è stata musicata da un italiano, è anche vero che la canzone italiana in lingua napoletana più famosa, 'O Sole mio, è stata sì scritta da Eduardo Di Capua, ma ad Odessa, in Ucraina, nel 1898, e sembra ispirata ad un'alba sul Mar Nero!
Ecco il testo della canzone, nella versione originale di Hrebinka  :

    Occhi neri, occhi appassionati
    occhi infuocati e bellissimi,
    quanto vi amo, quanto vi temo,
    di …

Coro dell'Armata Rossa in Cielo

Il "Complesso Accademico di Canto e Ballo dell'Esercito Sovietico - A.V. Aleksandrov", noto col precedente nome di "Coro dell'Armata Rossa" canta Skyfall (il cui titolo inizialmente doveva essere "Let The Sky Fall") di Adele (2012), colonna dell'omonimo film di James Bond. R.I.P.

Articoli :
 - La Stampa, "Aereo militare russo precipita nel Mar Nero: a bordo c’erano 92 persone"
 - Wikipedia, Coro dell'Armata Rossa
 - Wikipedia, Skyfall

Hibernum

Hibernum ovvero Inverno, la cui etimologia deriva dal latino hiems (freddo, gelo) che a sua volta deriva dal sanscrito him = freddo.
Per i latini quindi, l'inverno era in origine him-ernum, ovvero tempo del freddo, tempo del gelo.
Dal punto di vista astronomico, l'inverno inizia il giorno in cui il sole ha raggiunto il punto più basso sull'orizzonte (solstizio di inverno) - e quindi quando il giorno è più corto e la notte la più lunga dell'anno - e termina il giorno dell'equinozio di primavera quando la durata del giorno è identica a quella della notte.
Secondo l'astrologia, i segni dell'inverno iniziano con il Capricorno (segno di terra, dal 22 dicembre al 19 gennaio), passano per l'Acquario (segno d'aria, dal 20 gennaio al 18 febbraio) e terminano con i Pesci (segno d'acqua, dal 19 febbraio al 20 marzo). In inverno quindi non ci sono segni di fuoco.
Secondo questa tradizione, si passa da un inverno freddo-secco (essendo il Capricorno segno di …

L'inquinamento nel Celeste Impero

E' impressionante constatare che la Cina sia diventata la prima nazione inquinante al mondo. Secondo Focus, ogni giorno in Cina ci sono 4000 decessi a causa dell'inquinamento.. ogni giorno! Inoltre l'inquinamento non è solo più limitato alle grandi metropoli (Pechino e Shangai in testa) ma è esteso ormai a vaste aree della nazione. Ricordo un quarto di secolo fa (negli anni ottanta del secolo scorso) le immagini in televisione della Cina con milioni di biciclette che pedalavano per le vie delle città, ormai solo più un ricordo. Tra le cause, una delle principali è la combustione del carbone (si, il carbone!) nelle centrali per la produzione di energia elettrica.
Quando nei paesi più civilizzati la centrale a carbone è ormai diventata obsoleta (e penso con ribrezzo a quelle ancora esistenti - si pensi alla centrale a carbone a Savona della Tirreno Power, ancora attiva solo qualche anno fa - leggi un mio articolo), in Cina conoscono ancora piena fioritura, e per giunta di …