Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2008

La piena della Dora

Dopo settimane di incessante pioggia in tutto il Nord Ovest, ecco come si presenta il fiume Dora a Torino, stanotte all'una di notte, all'altezza del Ponte Rossini in Borgo Dora, in attesa della prevista onda di piena (o forse a quell'ora stava già transitando).
E in tutto il Piemonte ormai è alluvione, adirittura un intero paese della val di Susa evacuato, un evento simile a quello che accadde otto anni fa, nel 2000.. Impressionante quanto possa essere potente la forza dell'acqua.. la immagino come una forza purificatrice, che cerca di riappropriarsi di quello che è suo, del suo letto e del suo alveo naturale, forza trascinatrice di tutto quanto ostacola il suo cammino..

The Night Bus

This photo is taken by "welshkaren", on Flickr, Creative Commons licence

Per chi non crede che Torino sia pari ad una metropoli europea.. ecco a voi il Night Bus o, tradotto in latino, Movida Bus : quest'estate le principali linee di bus della GTT (bus e non tram per l'eccessivo rumore derivante dallo sferragliare notturno dei mezzi) resteranno in servizio fino alle 4 del mattino (per chi interessa sono la 1, 4, 11, 18, 35, 52, 72) per collegare i due principali poli di aggregazione notturni, ovvero il Quadrilatero Romano e la zona dei Murazzi.
Questo potrà significare meno auto in centro, si spera con la riduzione dei problemi noti a tutti derivanti da alcol e guida; inoltre per garantire la sicurezza dei passeggeri (e spero anche il pagamento del biglietto) sarà presente un controllore fisso per ogni bus circolante.

Fonte e link di approfondimento su La Stampa.

Europa 7 vs Rete 4

Ecco apparire ancora una volta lo spettro della tv fantasma italiana, Europa 7 : proprio in questi giorni se ne discute in parlamento, un caso paradigmatico dell'illegalità di Stato presente nel sistema televisivo italiano.

Il suo caso è semplicemente sconcertante : nel 1999 l'emittente ottiene la concessione dalle autorità italiane (si proprio dallo Stato Italiano!) l'autorizzazione a trasmettere a livello nazionale in tecnica analogica ma, paradossi dei paradossi.. non può farlo !! Perchè ? Semplicemente perchè le frequenze sono occupate abusivamente da un'altra emittente televisiva, Rete 4 , di proprietà del Nostro benemerito ed attuale Presidente del Consiglio.

Data l'alta qualità dei programmi, della sua imprescindibilità nel panorama delle tv nazionali, senza dimenticare l'alta scuola di giornalismo e obiettività nota a tutti dello show-telegiornalino di Emilio Fede, si provvede a salvarla con la legge Gasparri nel 2004 dell'allora governo Berlusconi,…

Santa Rita

This photo is taken by "ARTchemist* (AWAY)" on Flickr, Creative Commons licence

Un omaggio a mia madre che oggi, 22 maggio festeggia Santa Rita.
Un pensiero per lei, per la devozione profonda che nasce da sua madre, mia nonna, che scelse non a caso il nome di battesimo.
Grazie a mia madre, angelo sceso sulla terra.

Linux, coup de foudre

Non ho dubbi : è stato amore a prima vista tra me e Linux (nella distribuzione Kubuntu 8.04, ovvero Ubuntu con KDE desktop), finalmente a mia disposizione una macchina sulla quale installarlo.

Con Ubuntu, installare Linux è diventato più facile dell'installazione di Windows.
Mi vengo i brividi pensare per quale perversa logica di mercato quando si compra un nuovo computer si abbia già preinstallato Windows : ma chi lo ha deciso e perchè ?!

Perchè ad esempio al supermercato si cerca di risparmiare, talvolta di prendere il prodotto meno caro, oppure quando si acquista un servizio, come un contratto ad un gestore telefonico, si sceglie quello con le tariffe per noi più economiche.. e invece col computer SI PAGA un sistema operativo (non parliamo di spiccioli ma di €€€) e poi tutte le licenze dei software successivamente installati (altri bei €€€) e poi un antivirus.. quando invece Linux è GRATUITO, ha un'eccellente interfaccia grafica e si può fare TUTTO e talvolta MEGLIO di quello …

La Battaglia dei Cuscini

E' la nuova moda, la Pillow fight (ovvero la battaglia dei cuscini), nata a San Francisco sembra come antidoto allo stress e, grazie al tam tam in Rete, come prevedibile si è diffusa rapidamente in ogni parte del globo.

E ieri sera alle 19 è arrivata Torino, in Piazza Carlo Alberto, a cui la città ha dato un degno e suggestivo contorno, attorniando i festanti partecipanti (non chiamiamoli combattenti) tra la Biblioteca Reale con i suoi preziosi libri, Palazzo Carignano col Museo del Risorgimento ovvero memoria dell'unità d'Italia, e una gigantografia del torinese Piero Chiambretti, proprietario del locale Sfashion, posta su di un palazzo in rifacimento facciata con l'immagine di un improbabile braccio ingessato con la scritta "calma e gesso".. e infatti in piazza volavano cuscini e si davano cuscinate!

Battaglia durata festosamente per un'ora abbondante, alla fine lo stesso re, Carlo Alberto, dall'alto dal suo monumento equestre al centro della piazza,…

L'estinzione delle frecce

This photo is taken by "Whateverthing" on Flickr, Creative Commons licence

Sarà forse una mia personale paranoia, eppure non riesco a non notare per strada una cattiva abitudine (almeno italiota) ovvero quella dell'uso sempre meno diffuso da parte degli automobilisti delle frecce per indicare la direzione ovvero una svolta.

Svolto a destra ? Metto la freccia a destra.
Svolto a sinistra ? Metto la freccia a sinistra.
Sto percorrendo una rotonda e prendo una direzione ? Metto la freccia.
Accosto al marciapiede ? Metto la freccia.

Sarà forse che diventerà presto un optional sulle auto, come i cerchi in lega o il volante in pelle, in fondo se non si usa perchè far gravare la spesa di quattro lampade sul costo dell'autovettura?
O forse è tutta colpa dei mercanti d'armi : si si, deve essere proprio così, oggi si trovano sul mercato soltanto più pistole e kalasnikof : le freccie ormai non si usano più, roba (anzi, guerra) d'altri tempi.
Arrivati a questo punto, credo che o…

Fiera del Libro

Inizia oggi, e fino a lunedì 12 maggio, la Fiera Internazionale del Libro, come ogni anno di consueto ospitata al Lingotto Fiere di Torino.
Tema di questa edizione : "ci salverà la bellezza?" come intelligentemente mostra la locandina, una modella ventunenne (l'ucraina Olena Popova) nello stesso atteggiamento (compresi i capelli al vento) della Venere del Botticelli.

Quest'anno la fiera è stata caratterizzata dalla polemica sollevata dopo l'annuncio della scelta dello Stato di Israele come paese ospite, a cui è seguito, a mio parere, una insensata ed esagerata strumentalizzazione (vedi la bandiera di Israele bruciata in piazza a Torino) proiettando l'odio, la guerra e i rancori tra due popoli in un mondo (i libri, la cultura) che per sua natura è pacifico, tollerante, rispettoso della diversità altrui (ad esempio etnica o religiosa), i cui ospiti alla fiera sono convinto siano scrittori ed intellettuali testimoni e portatori della storia e cultura israeliana ch…

Quercia Angelo

Angel Oak, 1400 years old
This photo is taken by "Reellady" on Flickr, Creative Commons licence

"Vivete nel mondo, ma non siate del mondo"

Gesù di Nazareth

Stefano Bollani per Emergency

Ricevo e diffondo l'invito di Emergency al concerto di Stefano Bollani, uno dei jazzisti italiani più apprezzati da critica e pubblico, che si terrà giovedì prossimo, 8 maggio alle 21 a Torino, al Conservatorio Giuseppe Verdi (piazza Bodoni). Il ricavato della vendita dei biglietti servirà come finanziamento al Centro di Cardiochirurgia Salam in Sudan, costruito e gestito da Emergency.

Dal testo sulla locandina:
"Il Sudan è il più grande paese dell'Africa dove i tassi di mortalità infantile e materna sono altissimi e alle carenze sanitarie di base si aggiunge la mancanza pressoché totale di strutture specializzate in medicina e chirurgia. In Sudan e nei nove paesi confinanti si riscontra un'altissima prevalenza di patologie cardiache di interesse chirurgico a causa dell'ampia diffusione dell'infezione da streptococco che, se non viene curata tempestivamente con antibiotici, provoca la febbre reumatica e, a lungo andare, la malattia cardiaca.
A Soba, villaggio a 2…

Voyeurismo fiscale

This photo is taken by "auro" from Flickr, Creative Commons licence

La vicenda avrebbe del ridicolo, se non si premette che è avvenuta in Italia e quindi quello che altrove sarebbe ridicolo qui assume una dimensione tragicomicamente seria.

E' noto che il ministro delle finanze del governo uscente Vincenzo Visco abbia pubblicato il 30 aprile sul sito della Agenzia delle Entrate, le dichiarazione dei redditi 2005 degli italiani.
La notizia si diffonde rapidamente nella blogosfera, sito preso d'assalto, file ritirato dopo poche ore, ma intanto con un selvaggio copia & incolla il file è ora disponibile su molti server di file sharing, mi immagino tra un film porno e un altro. E sembrerebbe c'è anche chi, accaparratosi in tempo il prezioso file, ora venda le informazioni in suo possesso.

Non commento sull'opportunità o meno di rendere pubblico su Internet tale documento, ovvero per quale bisogno improrogabile e ineluttabile il nostro ministero lo ha fatto (mi imm…

Ponte Umberto I

Potenza dell'allegoria, nella nostra società dell'immagine trovo sia interessante osservare come un'artista personifica alcune virtù, per loro natura concetti astratti.
Siamo agli inizi del '900, per il ponte Umberto I a Torino, costruito tra il 1903 e il 1907 al posto del ponte sospeso Maria Teresa, viene commissionata la realizzazione di un gruppo scultoreo composto da quattro statue da collocarsi come guardiani agli apici del ponte. Due verranno realizzate da Luigi Contratti (Pietà e Valore) e due da Cesare Reduzzi (Arte ed Industria), e saranno inaugurate nel 1911.
Interessante notare come l'industria (la donna che con una mano sorregge quella del fabbro e con l'altra solleva un ramo di ulivo, e dietro l'incudine e fasci di spighe), nella sua prima giovinezza (siamo appunto agli inizi del Novecento) sia posta ad uno dei vertici del quadrivio, ovvio se pensiamo alla Torino della prima industrializzazione e della nascente Fiat.

Link di approfondimento sul si…

Giustizia

Justice
This photo is taken by "p3nnylan3" on Flick, Creative Commons licence

Una bellissima notizia per i Torinesi (e non solo) : il giudice antimafia Giancarlo Caselli è stato nominato dal CSM all'unanimità alla carica di procuratore capo a Torino. La motivazione parla di "assoluta eccezionalità" e di "straordinaria dedizione al lavoro e le pure eccezionali capacità organizzative" (fonte La Stampa).
Un plauso ad uno dei giudici antimafia più conosciuti in Italia.

Non va però dimenticata la legge "contra personam" denominata anche "emendamento anti-caselli", varata nel 2005 con decreto legge urgentissimo, proposta dal senatore Luigi Bobbio (AN) e votata dall'allora governo Berlusconi, con lo scopo di rendere inaccessibile a Caselli per limiti di età la direzione della Procura Nazionale Antimafia (articolo 11/3/05 del Corriere).
Non a caso nel 2007 la Consulta ha dichiarato tale legge anticostituzionale (articolo di Aprileonline).