Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2010

Il mondo nelle nostre mani

Così piccola e così fragile.
L'immagine della nostra Madre Terra dovrebbe a tutti suscitare rispetto, contemplazione, elevazione, sentimento di gratitudine per tutto ciò che elargisce, in maniera totalmente gratuita e con amore.
E' nelle nostre mani, un gioiello fragile e prezioso, uno dei gioielli più preziosi del Creato.
Eppure l'indifferenza e la speculazione la sta ferendo gravemente. Dietro il nostro egoismo, la sete irrefrenabile dell'uomo di "progresso" e di sete di energia, sta ora sanguinando, non di sangue ma di petrolio, un mare di petrolio.

Ad un mese dal disastro della Deepwater Horizon, la piattaforma petrolifera della BP, British Petroleum, sprofondata nelle acque del Golfo del Messico, non si hanno dubbi che la tragedia sia comparabile con quella del 1989 causata dall'altro mostro gemello, la "Exxon Valdez", che nel fiordo del Principe William (nel golfo dell'Alaska) versò ben 41 milioni di litri di petrolio.
I petrolieri della BP…

Cercasi informazione

Credo che oggi non serva a nulla amareggiarsi, ne indignarsi, ne gridare a gran voce allo scandalo. E' normale che sia così perchè è la conseguenza ovvia, quasi il percorso predestinato (gli indiani direbbero karmatico), del più Bel Governo della Storia Italiana.
Qualcuno forse non l'aveva capito ?

La libertà di informazione in Italia preoccupa molto, adesso che sta per essere varata la cosidetta "legge bavaglio" (si veda il sito "No Bavaglio" con le firme e commenti di quasi 120.000 cittadini) che inasprisce le pene per reati commessi dai giornalisti (si paventa addirittura il carcere, roba da regimi comunisti) e, nelle norme di restrizione delle intercettazioni telefoniche, impedisce alle indagini giudiziarie di svolgere il loro lavoro, e portare alla luce ciò che è oscuro e marcio nella società e nei politici italiani.
E' normale, evidente come la luce del sole che, l'Italia scegliendo questo governo portatrice di questa decadente mentalità da fine …

Papaveri e potere

Capita a volte di chiedersi l'origine dei detti. Uno di questi è quello che associa al fiore del papavero (quello selvatico, non il somniferum - meglio conosciuto come papavero da oppio) il simbolo del potere.
Ad esempio si dice: "gli alti papaveri della politica" o anche "è stato qualche grosso papavero a procurargli quella carica" o recentemente il ministro Calderoli "ho parlato di alti papaveri.." (fonte) riferendosi a dirigenti statali.

Sembrerebbe che tutto nasca da una leggenda dell'antica Roma, all'epoca dei sette re di Roma, che vede come protagonista Tarquinio il Superbo. Infatti, il re tagliò nel giardino la testa dei papaveri più alti come risposta al figlio che, infiltrato nella città nemica di Gabii, attendeva ordini su come conquistare la città. Il gesto fu interpretato dal figlio come l'ordine di uccidere i più nobili e potenti della città.
Ecco la vicenda raccontata dallo storico Tito Livio:

"Tarquinio il superbo, avendo …

Papaveri troppo alti..

Ogni tanto buone notizie, a parole, da parte del ministro della Semplificazione e si spera presto coi fatti ovvero con una legge: una proposta che applicherebbe un taglio del 10% agli stipendi dei dirigenti pubblici che superano i 75-80 mila euro annui. Un provvedimento che dovrebbe interessare circa 15-20 mila dirigenti pubblici.
Per dirla con le parole del ministro: "Ho parlato di alti papaveri. tanto più cercheremo tagliare le aree di privilegio, tanto più tranquilli potranno stare i cittadini". (fonte)
Sono convinto che chi supera i 80 mila euro annui di reddito, soprattutto nel settore pubblico, abbia di che vivere e di che stare tranquillo, e anche se lo devolvesse tutto, naturalmente con un gesto di sua spontanea volontà e non imposto, vivrebbe comunque una vita agiata e soprattutto ne beneficerebbe il suo spirito..

The photo above is taken by "Mazzaq-Mauro Mazzacurati", on Flickr, Creative Commons licence

Tesoro nei Cieli

"Non accumulatevi tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulatevi invece tesori nel cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano.
Perché là dov'è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore."
(Mt, 6, 19-21)

"Essere ricchi. Certo, chi non desidera la ricchezza? Tuttavia, non è tanto la ricchezza materiale che è auspicabile ricercare, perché per farlo si è quasi sempre obbligati a scavalcare un vicino o un concorrente, o persino a commettere qualche azione disonesta. La Terra è limitata, lo spazio è limitato, le risorse sono limitate; è quindi sempre a scapito degli altri che ci si arricchisce; e nulla assicura che un giorno ci si potrà sentire veramente appagati. Allora, non cercate tanto la ricchezza del piano terreno. Guardate verso il Cielo: è talmente vasto, immenso, infinito! Potrete sempre attingervi senza mai diminuire quell'immensità, quell'oceano inesauribile, e sen…

La vera gioia è senza causa

"La vera gioia non ha una causa visibile o tangibile: è una gioia priva di causa, che vi è data solo dalla sensazione di esistere come anima e come spirito. Allora, invece di aspettare di possedere qualcosa o qualcuno per rallegrarvi, fate il contrario: rallegratevi della semplice esistenza degli esseri e delle cose, perché nella gioia che essi vi danno, avete la sensazione che vi appartengano. Solo ciò che vi dà gioia vi appartiene veramente, mentre ciò che vi appartiene, non necessariamente vi dà molta gioia. Tutto ciò che vi rallegra, voi lo possedete, e molto più che se ne foste il proprietario. Che gioia potete provare di fronte alla bellezza della natura, del sorgere del sole, del cielo stellato! Eppure essi non sono materialmente vostri. La cosa più importante non è dunque il fatto di possedere, ma la facoltà di rallegrarsi".
Omraam Mikhaël Aïvanhov (1900-1986)

The photo above, Istambul, is taken by "Pensiero", on Flickr, Creative Commons licence.

Donne sacerdote

"Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: "Donna, ecco il tuo figlio!".
Poi disse al discepolo: "Ecco la tua madre!".
E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa."
(Gv, 19, 25-27).

E' a mio parere uno dei passi più belli e commoventi del Vangelo di Giovanni (ovvero "il discepolo che Gesù amava") e credo possa testimoniare, come nell'ultimo atto terreno di Gesù prima di spirare, uomo e donna vengano legati spiritualmente e posti sullo stesso piano per quanto riguarda la testimonanza del messaggio Cristico.
E quindi, senza ostacoli teologici, non ritengo che il sacerdote debba essere per forza un uomo e non possa essere una donna (non sto parlando di maschio e femmina, ma di uomo o donna).

Non dovrebbe quindi stupire la notizia di oggi della prima donna sacerdote d'Italia, c…

Ostensione della Santa Sindone

Torino come ai tempi delle Olimpiadi invernali del 2006, piena di turisti per l'ostensione della Santa Sindone (per informazioni: http://www.sindone.org/), dal 10 aprile al 23 maggio 2010, una festa non più sportiva ma spirituale e religiosa.
E in preparazione della visita alla Sindone di oggi pomeriggio, alcune immagini:

Turin Kirche, tbee from Flickr, Creative Commons licence.

Torino-Sacra Sindone-3, Giovanna d'arco from Flickr, Creative Commons licence.

L'uranio del Niger

Chissà se vedremo presto in televisione i nuovi spot governativi sulla bontà (o sull'utilità) del nucleare in Italia. Se ci saranno, fararanno parte ovviamente della propaganda della democrazia mediatica a cui ci stanno già abituando.
Intanto, mentre il Più Bel Governo della Storia Italiana sta stringendo accordi con la multinazionale francese Areva, leader mondiale per l'energia nucleare, per la costruzione di 4 nuove centrali in Italia, proprio oggi Greenpeace denuncia in un inchiesta (leggi) che nella città mineraria di Akokan, nello stato africano del Niger in cui si estrae l'uranio della Areva, l'aumento di radioattivita è di ben 500 volte (!!!) il fondo naturale. La contaminazione è ormai nell'acqua e si respira nell'aria. Lo studio afferma che "basta passare meno di un'ora al giorno in quel luogo per essere esposti nell'arco dell'anno a un livello di radiazioni superiore al limite massimo consentito".
Questo è il danno irreparabile …

Inseminare le nubi

Tra le tante offese a Madre Natura, merita un posto particolare la tendenza umana a cercare di condizionare il clima atmosferico a proprio piacimento. Il motivo all'inizio era meno ipocrita, ovvero dichiaratamente strategico: condizionare il clima per ostacolare l'avversario e quindi per vincere la guerra. Ci hanno già provato gli americani in Vietnam, grazie a Dio con scarsi risultati. Ora ci riprovano, scientificamente, con l'ipocrita motivo che viene fatto per il bene dell'umanità, prevenire siccità o togliere energia ad un uragano.

L'esperimento è stato compiuto in questi giorni sopra il cielo di Berlino da ricercatori dell'università di Ginevra, nessuno se ne accorto tranne gli scienziati, con una tecnica nuova: bombardando il cielo con raggi laser di elevata potenza invece della tecnica tradizionale di spargere con gli aerei lo ioduro d'argento (che funge da nucleo di aggregazione per il vapor acqueo). L'esperimento è riuscito e sembra che abbia bu…

Il Santo Padre a Torino

Si è svolta la mattina di domenica 2 maggio la messa in piazza San Carlo officiata dal Santo Padre, evento particolarmente atteso dato che l'ultima volta di un pontefice che celebrò messa a Torino fu nel 1980 con l'indimenticato papa Giovanni Paolo II.
Una benedizione che è scesa sulla città, per tutti, per i credenti e per non credenti, su una città già consacrata alla Madonna con le tante chiese mariane (la Consolata, l'Ausiliatrice, la Gran Madre, la Madonna del Pilone..), un tempo santo considerando che in questi giorni (fino al 23 maggio) viene esposta nel duomo la Santa Sindone, testimonianza di un uomo figlio di Dio vissuto duemila anni fa, il cui messaggio dovrebbe diventare oggi più che mai, data la forte tendenza materialistica ed edonistica, senso di Vita per ciascuno di noi.

Ecco alcune foto:




I ragazzi delfino

E' la dimostrazione di quanto siano grandi le capacità umane nell'oltrepassare i normali cinque sensi.
Questo "sesto senso" è ancora un senso tridimensionale, in quanto permette alle persone cieche di orientarsi e di muoversi come una persona normale, riconoscere gli ostacoli ed evitarli, ed andare persino in bici.

Nulla di paranormale: è l'acquisizione umana di una tecnica comune tra gli animali meno evoluti di noi, quali i delfini o i pipistrelli: è il principio del sonar, ovvero un suono emesso (nel caso umano: uno schiocco) che, a seconda di come viene rimbalzato dall'oggetto circostante, permette alla persona di crearsi una mappa mentale dell'ambiente in cui si trova.
E come in tutte le razze evolute, una volta che è stata scoperta la tecnica da parte di un individuo, verrà poi insegnata a tutto il gruppo.
Così, quello che ha imparato un ragazzo prodigio, Daniel Kish, viene insegnato al mondo, attraverso la sua organizzazione no-profit, World Access for…

Ma quante sono le auto Blu?

Per me è già uno scandalo il numero anormale di auto a disposizione dei nostri politici italiani, le cosidette "auto blu", un parco auto di oltre 600.000 unità, che ovviamente sono mantenute dalle imposte che ogni onesto cittadino paga.
Come se questo non bastasse, è di oggi la notizia della proposta di legge di un senatore della Repubblica Italiana di dare l'immunità (inteso come sanzioni del codice della strada) agli autisti delle auto blu. Il previdente senatore (che è quasi mio omonimo) , mosso sicuramente da pietas cristiana, giustifica l'iniziativa dicendo che non è giusto che un autista prenda una multa per eccesso di velocità solo perchè il politico gli ha chiesto di correre per non perdere l'aereo.. come non dargli torto ? Dopo il danno ai cittadini, ci manca solo la beffa!

Ecco alcuni numeri di auto blu per nazione:

Stati Uniti : 72.000
Francia : 61.000
Regno Unito : 55.000
Germania : 54.000
Portogallo : 22.000

e in iItalia 626.760 auto (!!!) 8 volte più …