Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2008

Orchestra Italiana

Una straordinaria realtà nel panorama della musica italiana, una creazione del poliedrico Renzo Arbore che riunisce 15 elementi in un gruppo, l'Orchestra Italiana, che presi singolarmente rappresentano ciascuno una eccezionalità di bravura, ad iniziare dalle due voci soliste, Barbara Buonaiuto, di cui ho avuto il piacere e l'onore di conoscere, e Gianni Conte.

E' così trascorsa una bella e divertente serata quella dell'antivigilia di Natale, martedì 23, nel gioiellino, lo storico Teatro Alfieri di Piazza Solferino a Torino, una serata di musica napoletana (talvolta cantata da un colto pubblico in sala) e di canzoni del repertorio di Arbore, comprese le canzoni indimenticabili delle trasmissioni televisive "Quelli della notte" e "Indietro tutta", e di spettacolo da cabaret con la inossidabile coppia Arbore e Gegé Telesforo.

Ridere di me

"nel giallo dipinto di gioco"
The photo above is taken by "liberastrega", on Flickr, Creative Commons licence.

Un angelo appare ad un ragazzo, che è sempre stato buono e generoso con tutti.Gli dice che è giunto per premiarlo e che il Signore gli farà scegliere tra 3 doni: ricchezza, saggezza, bellezza.
Senza alcuna esitazione, il ragazzo sceglie la saggezza.
- Fatto!!! - esclama l'angelo e sparisce con un lampo di luce.
Il giorno dopo il ragazzo racconta il tutto ai suoi migliori amici.- Fantastico! Dicci qualcosa... - fa uno di loro, curioso di sapere cosa significhi essere saggio.Il ragazzo sospira e dice:- Avrei dovuto prendere i soldi...
(barzelletta di stamattina dall'amico Davide)

Ridere, ridere, ridere.
L'importanza di saper ridere. Basta poco e non costa niente. Questo mi sento di scrivere nell'anti-vigilia di Natale.

Ridere come antidoto alla solitudine, che è uno dei problemi centrali dell'uomo, come lo psicologo Eric Fromm analizza splendidame…

XVIII Dicembre

This photo is taken by "borgnamarco", on Flickr, Creative Commons licence.

Come ogni mattina, i vagoni della metro che mi portano al lavoro si fermano alla stazione XVIII Dicembre.
Distrattamente stavo passando oltre col pensiero, quando un bambino, che era salito con tutta la sua classe, fa notare che oggi è il XVIII dicembre.. Viva la mente libera dei bambini.

Cito da Wiki il tragico evento del 18 dicembre 1922 :

A Torino nei pressi della stazione di Torino Porta Susa gli squadristi fascisti aggrediscono le organizzazioni popolari: 11 antifascisti uccisi, decine di feriti gravi.
Per tre giorni le autorità non intervengono.
A ricordo di questa strage è intitolata la piazza che fronteggia la stazione torinese di Porta Susa, che dà anche il nome ad una fermata della linea 1 della metropolitana cittadina.

Hollywood, Torino

This photo is taken by "dalbera" on Flickr, Creative Commons licence

Torino come Hollywood.

Un esempio di come la città cambia, di come possa venire recuperato intelligentemente un'enorme spazio rimasto inutilizzato per decenni : l' ex cotonificio Colongo di via Cagliari, vicino al Lungodora.
E' stato inaguarato il 12 dicembre il Cineporto - The Film-makers' home (vedi link del sito della Torino Film Commission) - struttura dedicata alle produzioni cinematografiche, 9400 mq di superfice che a regime potrà ospitare fino a cinque produzioni.. senza peccare di superbia, un'autentica Hollywood europea.

La vocazione pionieristica di Torino per il cinema, iniziata all'inizio del Novecento (ben prima della romana Cinecittà) con le grandi produzioni (vedi il colossal Cabiria di Giovanni Pastrone del 1914) e rinata negli anni scorsi trova oggi una magnifica consacrazione..

Link per approfondire: articoli LaStampa e Repubblica.

Torino cresce sempre

Torino è più viva che mai, anche se il periodo di crisi economica colpisce tutti.

Torino ha un nuovo grande museo, il MAO, Museo d'Arte Orientale, in un palazzo che forse pochi conoscono, Palazzo Mazzonis, tra via san Domenico e via san Agostino, in pieno Quadrilatero Romano.. un'altro palazzo e un'altra fetta della città recuperata, e questo dimostra quanto potenzialità ha la città per recuperare spazi e accogliere nuove idee e nuovi poli di attrazione.

Torino avrà presto un rinnovato Museo Egizio, che si espanderà a partire dagli attuali spazi in via Accademia Albertina e sarà completo nel 2013 (sarà "un'isola azzurra", fonte LaStampa). E' una fortuna che sia decaduta l'ipotesi di trasferirlo in un castello fuori Torino.

Il Palazzo del Lavoro, realizzato dall'architetto Pier Luigi Nervi per le celebrazione dell'Unità d'Italia (Italia '61) verrà presto recuperato, ex sede espositiva, desolatamente vuoto e inutilizzato durante le Olimpiad…

La seconda nevicata!

Finalmente quest'anno un inverno che si può definire Inverno, temperature rigide e tanta neve!
Ed eccola piazza Rivoli, a Torino, ieri sera dopo la seconda nevicata..

Già indimenticata rotonda di Neve e Gliz, le due mascotte delle Olimpiadi Invernali di Torino del 2006, quest'anno nel periodo natalizio ospita tanti Babbi Natale, con le slitte e il traino di renne che corrono perennemente in circolo in un bellissimo effetto scenografico!


Paranoie di Windows

Trovo che una delle paranoie più grandi del sistema operativo Windows è la richiesta forzata del reboot dopo che è stato installato (automaticamente) un aggiornamento del sistema operativo tramite "Windows Update".
Come complicarsi la vita inutilmente, tanto gli aggiornamenti saranno operativi alla prossima accesione del PC.
Così indagando su Internet, ho trovato questo link (How To Disable Reboot After Windows Automatic Update) che spiega come fare (l'ho provato con XP Pro SP2 , rimando al link per trovare la vostra versione di sistema operativo) :

1) disabilitare gli aggiornamenti automatici
2) aprire il Task Manager
3) uccidere tutti i task di nome "wuauclt.exe"

Ricordarsi di riabilitare gli aggiornamenti automatici prima di spegnere il PC !

Ed ora ci si può rilassare..!

L'acqua Diamante e PMT

This photo is taken by "hypergurl", on Flickr, Creative commons licence.

Come scriveva lo psicologo di formazione junghiana James Hillman, il mondo occidentale ha rimosso l'esistenza dell'invisibile : la maggior parte di noi crede che tutto quello che esiste è visibile e tangibile, qualcosa che si può vedere e toccare.
Niente di più falso.
E' mio parere che ci siano più cose nell'invisibile di quanto noi riusciamo ad immaginare.

Una di queste è una tecnica relativamente giovane, sviluppata da un francese ai più sconosciuto, Joel Ducatilon, che ha iniziato la sua ricerca spirituale sfruttando la cosidetta "memoria dell'acqua", e il suo percorso lo ha portato inizialmente a creare l'"acqua diamante", che viene distribuita gratuitamente, anche in Italia, anche a Torino (vedi lista dei distributori di acqua diamante).

Sua è l'ideazione di una seduta il cui principio parte dalle ricerche dell'acqua diamante e che ha chiamato PMT (Tra…

Litchi a Natale

Una piccola, personale apologia per un frutto che scoprii solo a Capodanno dell'anno scorso.. il litchi, piccolo, tondo, grazioso e morbido frutto tropicale d'importazione, chiamata anche la "ciliegia della Cina" in quanto è originario della Cina Meridionale.
Ed è stata una sorpresa scoprire il gusto come quello di un acino d'uva con un profumo simile alla rosa.
Ed è ricco di vitamina C.
Sembra curioso che si riesca a trovare solo nel periodo natalizio, eppure è proprio quello il periodo della sua maturazione, tra novembre e gennaio.

The photo above is taken by "bitter girl", on Flickr, Creative commons licence

Feng Shui nel bagno

"Holy Waters"
This photo is taken by "~FreeBirD®~", on Flickr, Creative Commons licence.

Da quando ho cambiato casa ho iniziato a interessarmi di Feng Shui (di cui Torino ha anche recentemente ospitato l'ultimo congresso mondiale), l'antica arte geomantica cinese, cercando di trarre utili consigli provenienti da millenaria saggezza e da buon senso.

Ho iniziato ad analizzare per primo il bagno, ed ecco una mia personale sintesi, tratta da alcuni siti in rete. Il principio alla base di tutto è che il bagno è una stanza d'acqua, e quindi luogo deputato al relax e alla cura personale.
In base a questo:
Il colore del bagno dovrebbe ricordare l'elemento Acqua ovvero l'azzurro, il verde o il grigio. Evitare quindi i colori rosso o arancio.

Per gli arredi usare materiali leggeri. Essendo stanza d'acqua, evitare gli oggetti che richiamano l’elemento Fuoco, come asciugamani od oggetti di colore rosso.

L’ambiente del bagno deve essere ben illuminato.

Per evita…

Senza acqua in casa!

This photo is taken by "spikeale" on Flikr, Creative Commons licence.

Immaginate per un giorno a restare senza acqua corrente in casa (come sta succedendo a me, in attesa dell'idraulico).

Provate ad immaginare la vita senza acqua in casa, senza di essa molte nostre abitudini quotidiane vengono a mancare: non ci si può lavare le mani, lavarsi i denti, lavare i panni, fare la doccia, lavare i piatti, mettere a bollire l'acqua della pasta o fare il caffè..

Ma come si faceva una volta ? Semplice, brocca e bacinella.
Eleganti pezzi d'antiquariato che ora mi affascinano, una struttura leggera e agile di ferro battuto che le sostiene, sopra una bassa e capiente bacinella (in ceramica) e sotto una capace brocca per versare l'acqua nella bacinella.

E dove si approvigionava l'acqua? Per chi non aveva il pozzo in casa, bisognava far rifornimento coi secchi nel pozzo del cortile o, ancora più lontano, nella fontana nella piazza pubblica.
E questo faceva capire quanto è imp…

I predatori dell'isola

This photo is taken by "Josebarbanza", on Flickr, Creative Commons licence

E' la notizia di qualche giorno fa, il presidente della regione Sardegna, Renato Soru, politico ed imprenditore (noto fondatore di Tiscali) si è dimesso.

E i predatori dell'isola, la lobby del cemento, sembra pronta per cogliere l'occasione propizia..

Fonte: articolo La Stampa

Neve al Compleanno

Il giorno del mio compleanno!!
Mi faccio gli auguri!

E un bellissimo dono dal Cielo.. la candida soffice pura immacolata prima neve su Torino!! Grazie Padre Cielo!

E prima di recarmi al lavoro, la sensazione più bella è stata fare una passeggiata al parco della Tesoriera.. ecco alcune foto..


Diventare angeli custodi

"Graffiti in the Angels Gate pool"
This photo is taken by "Marshall Astor"on Flickr, Creative Commons licence

Sabato scorso, 22 novembre, cede il controsoffitto del liceo Newton di Rivoli (in provincia di Torino), travolgendo un'intera classe ed uccidendo Vito, studente di 17 anni.

Quanto sia stata grande l'anima di Vito lo si capisce dalle parole della sorella Paola, di un anno più grande del fratello : ".. sei diventato l’angelo custode di tutti gli studenti del mondo, sei diventato il martire degli studenti, di tutti i giovani finiti nelle mani di uomini senza scrupoli, adulti che ristrutturano castelli, musei e chiese, e lasciano cadere le scuole" (fonte La Stampa).

Grandi anime sono anche i compagni di classe di Vito che hanno scritto una lettera aperta al quotidiano La Stampa (articolo) col titolo "Quanto vale una vita?" che invito i miei due lettori di blog a leggere, dove la denuncia è ancora più forte : "le migliaia di euro spe…

Porno TV

"Throw Away Your Television"
This photo is taken by "Roo Reynolds" on Flickr, Creative Commons licence.

Credo di essere entrato nell'età dei matusalemme.

Leggo stamattina sulla La Stampa che "L'isola dei Famosi", sesta edizione (sesta ?! ce ne sono state altre cinque?), ha ottenuto un picco di share del 50 % e oltre (vuol dire che metà dei televisori accesi italiani erano su quel programma?) e che il direttore di RaiDue Antonio Marano dichiara che è "il faro che illumina la rete" (fonte La Stampa, "Isola, vince Luxuria la famosa").

Che la televisione da anni stia scivolando in un baratro di mediocrità e stupidità è evidente a tutti, eppure sembra che nessuno voglia farci nulla, anzi, più è mediocre e volgare e più ci adeguiamo.
Del resto a chi ci governa e chi fa "opinione" (di qualsiasi credo o colore politico e religione) fa comodo avere cittadini un pò ignorantini col cervello spento che vivido e critico, e quindi meno …

Una sera con Giuditta

Una persona di eccezionale umanità.

E poi un personaggio pubblico, una giornalista celebre per il libro "Torino città magica", a cui sono seguiti altri 24 libri. Una donna curiosa, semplice nella sua cultura, piacevole conversatrice, una persona che sta facendo tanto bene a chi la conosce o legge i suoi libri perchè trasmette tanto amore, "un angelo tra noi" similmente al titolo di un suo libro.
E' Giuditta Dembech.

Potete incontrarla al suo ristorante, Hotel Parco Europa, nella graziosa piazzetta di Cavoretto (nella splendida collina Torinese) e sentirvi a casa vostra, in compagnia del suo cane e dei suoi figli (uno è lo chef). Ieri, 20 novembre, ho avuto il piacere di conoscerla in una serata piena di cordialità e gentilezza.
E per chi volesse ascoltarla, tutti i lunedì trasmette in radio, la trasmissione "Quinta Dimensione", su Radio Italia Uno, dalle 22.30 alle 24 (Torino e provincia : 92.7 MHz).

Gustavo Rol

Volevo segnalarvi un bel film documentario girato dal figlio di Mike Buongiorno, Nicolò Buongiorno, intitolato "Un mondo dietro al mondo", che esce in questi giorni in DVD.
Stasera ore 20.30 alla GAM di Torino (la Galleria d'Arte Moderna, in via Magenta 31, vicina alla grande statua di re Vittorio Emanuele II) verrà presentato dallo stesso regista (leggi la news di Arethusa).

Il documentario è sui misteri della vita e del pensiero di Gustavo Adolfo Rol, sensitivo, personaggio straordinario di Torino (come poteva essere altrimenti..?), figura controversa, sempre osteggiata dal CICAP (il comitato per il controllo dei fenomeni paranormali) e molto amata da chi lo ha conosciuto di persona.

Ecco il video su YouTube, trasmesso da The History Channel che contiene un estratto del DVD di Nicolò Buongiorno.

Il pifferaio di Hamelin

E' la notizia di questi giorni, la città di Hamelin, nella Bassa Sassonia (in Germania) è invasa dai topi (fonte).
La notizia non sarebbe così degna di nota se la città, graziosa dei suoi bei edifici rinascimentali (centro del cosidetto "rinascimento del Weser"), non fosse quella dove si svolse la celebre fiaba del Pifferaio Magico (il Rattenfänger) dei Fratelli Grimm.

E' curioso che la fiaba sia collegata ad una data storicamente precisa, 1284, anno nel quale avvenne un fatto tragico : la scomparsa di molti bambini da quella città.
E qualche decennio dopo, nella chiesa della stessa città, viene realizzata una vetrata (oggi perduta ma documentata da fonti storiche) nella quale si vede un pifferaio con dei bambini.

Credo molti ricorderanno l'inizio della storia : il pifferaio magico, vestito da giullare o clown con cappello e scarpe a punta, con la sua ipnotica melodia riesce ad allontanare tutti i ratti che invadono la città e li fa annegare nel vicino fiume, il Wes…

Torino Città Magica

"Torino città magica" a mio parere è libro che è diventato il testo di riferimento per capire, per chi non è di Torino e per chi lo è ma lo sa solo per sentito dire, il motivo per cui Torino è considerata essere una città molto particolare, diversa da tante altre città.

L'autrice è la giornalista e scrittrice torinese Giuditta Dembech, che ebbi il piacere di vedere di persona per la prima volta quest'anno al Wesak (la festa che celebra ogni anno, nell'ultima domenica di maggio, la nascita, illuminazione e morte di Siddhartha Gautama, il Buddha).
Il libro è del 1978, da allora 12 edizioni e 80.000 copie vendute (fonte).

Un libro piacevole e veloce da leggere, che vi consiglio!

E piacevole è anche il suo sito: http://www.giudittadembech.it/

(the photo above is taken by "Yanez(i)/Ivan", on Flickr, Creative Commons licence)

Vitalismo e chimica organica

Trovo spesso affascinante ripercorrere alcune tappe della storia della scienza moderna.
Interessante sarebbe una scuola che, accanto al necessario nozionismo, crei agli allievi dei collegamenti tra le nozioni e il contesto in cui si svilupparono.
Imparare ad esempio una legge a memoria talvolta non ha nessuna utilità (e spesso è difficile da ricordare) se non si crea un collegamento con chi l'ha ideata, dove viveva e in che cosa credeva (e anche l'utilizzo pratico di cui farne). Certo, servirebbe molto tempo per far questo, ma sarebbe proprio questo il compito della Scuola (con la S maiuscola) ovvero quello di far nascere l'amore per lo studio.

Nell'anno del Signore 1831 nella tutt'ora famosa e prestigiosa università di Gottinga (Göttingen, nella Bassa Sassonia), a soli 31 anni, entrava in cattedra un grande chimico dell'Ottocento, Friedrich Wohler, il cui contributo fondamentale nella scienza è stato quello di sintetizzare il primo composto organico (l'urea) …

Rien ne se perd, rien ne se crée

Paradossale osservare come le grandi rivoluzioni della storia a volte sono piene di ottusità.
E la rivoluzione più mitizzata, fucina di grandiosità come di ottusità, è senza dubbio la rivoluzione francese (almeno in Europa, gli americani che fanno partire la storia dal 1775, direbbero la rivoluzione americana).

E fu proprio l'8 maggio del 1794 che fu ghigliottinato uno dei padri della chimica moderna, Antoine Laurent de Lavoisier.

Pare che un giudice rivoluzionario abbia affermato, giustificando la sua condanna, che "la révolution n'à pas besoin des savants" (la rivoluzione non ha bisogno di sapienti). Un suo collega, il nostro piemontese Lagrange, commentò : "è occorso solo un istante per tagliare quella testa, ma la Francia potrebbe non produrne un'altra simile in un secolo". Pare anche che un suo principale accusatore, il rivoluzionario Marat, chimico dilettante, gli fosse ostile perchè gli fu rifiutata tempo prima da Lavoisier la domanda di accesso all…

Bagna Cauda

Come ogni buon piemontese, nativo o d'adozione, non potevo non dedicare un post al piatto tipico per eccellenza del Piemonte, la Bagna Cauda.
E novembre è il periodo giusto per celebrare questo rito, a cui il piemontese dovrebbe concedersi almeno una volta l'anno, possibilmente il sabato sera, per avere la domenica buona per smaltire gli effluvi dell'aglio (che, oltre ai vampiri, tiene lontani i colleghi d'ufficio del lunedì).
Le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Tre come la Trinità sono le sostanze che compongono bagna che deliziosamente si fondono assieme : le acciughe salate, l'aglio e l'olio d'oliva.
Le acciughe salate provenivano dalla antica "via del sale e delle acciughe" che attraversa il basso Piemonte : dalla Francia, dal parco del Mercantur scende in val Maira e percorre le Langhe, Roero e Monferrato. Il sale allora era prezioso in quanto permetteva di conservare gli alimenti, prima dei moderni frigoriferi.
L'olio d'…

Venne un uomo

This photo is taken by "Heidi & Matt", on Flickr, Creative Commons licence

Sarà una data storica, quella delle elezioni degli Stati Uniti d'America del 4 novembre 2008, l'elezione di un presidente afro-americano.
Tante sono le aspettative che il mondo ora rivolge verso il nuovo presidente Obama. Io penso che se il mondo intero avesse potuto votare insieme a loro, lo avrebbe eletto a grande maggioranza, come è successo nel suo paese.
Mi viene in mente quanto era diversa l'America di Martin Luther King, del suo sogno ("I have a dream") che ora spero sia più vicino a noi.

Concludo con le parole degli irlandesi U2 nella canzone del 1984, Pride (In the name of Love), tratta dall'album "The Unforgettable Fire", dedicato al reverendo King, premio Nobel per la pace, assassinato per le sue idee a Memphis il 4 aprile 1968.

Un uomo viene nel nome dell'amore
Un uomo viene e va
Un uomo viene per giustificare
Un uomo per cambiare le cose

Un uomo preso ne…

Più che lo studio potè la Gelmini

Non sarà forse un nuovo '68, però la sollevazione studentesca di questa settimana (per ultimo lo sciopero generale di ieri della scuola) alle leggi del nostro sempre magnifico e formidabile governo del Cavaliere e per voce del ministro dell'istruzione bersagliata dalla piazza con ogni possibile rima (e Gelmini è un buon cognome per le rime) mi impressiona molto.

Due leggi, una proveniente nella finanziaria del settembre scorso, l'articolo 133/2008 riguardante l'università, e l'altra conosciuta come "decreto Gelmini" riguardante la scuola pubblica, destinato suo malgrado ad entrare nella storia della Repubblica, hanno creato un terremoto tale da coinvolgere tutti, studenti, maestri e professori, genitori e ricercatori.

E il termometro della situazione è il Politecnico di Torino.. stamattina leggo che 3000 persone del Poli (come conoscono tutti il Politecnico) hanno manifestato (fonte La Stampa).. si si, ho scritto bene, hanno manifestato!!
L'istituzione p…

Trasferimento Farmacologico Frequenziale

This photo is taken by "Omar Omar" on Flickr, Creative Commons licence

Una ricerca di frontiera.
Una ricerca che potrebbe aprire nuove strade alla medicina.
Se ne parla stasera, 29 ottobre, alle 18, in una conferenza aperta al pubblico presso la Sala del Consiglio Regionale di via Alfieri 15 a Torino.

Il tema è la ricerca denominata "Trasferimento Farmacologico Frequenziale" (TFF), condotta dall'istituto di ricerca"Alberto Sorti" Idras diretta dal dott. Massimo Citro.
Il TTF si propone di trasferire per via elettromagnetica le proprietà terapeutiche di molti farmaci chimici senza somministrazione, se non in forma di segnali efficaci, innoqui e privi di effetti tossici e collaterali, che sostituiscono il farmaco stesso.

Ospite è il dott. Masaru Emoto, direttore dell'istituto di ricerca Hadodi Tokyo, che ha condotto avveniristici studi sulla cristallizzazione dell'acqua e della capacità dell'acqua di memorizzare informazioni.

Bentornato autunno!

Parco della Tesoriera, Torino.

Bentornato autunno.

Dopo un mite e soleggiato mese di ottobre, eccolo l'autunno, il primo giorno a Torino, brumoso con una leggera pioggerella, e le previsioni parlano di un tempo uguale per tutto il resto della settimana.

Bentornato autunno, grazie per essere tornato, per portarci calore nelle nostre case e la tranquilla serenità nei nostri animi.

Stasera a casa di Luca

Dedicato alla mia nuova bellissima casa..


La sera a casa di luca torniamo a parlare,
ma la sera a casa di luca che musica c'è
pochi amici a casa di luca, lo stato ideale
perché ognuno a casa di luca è nient'altro che sé,
certe sere a casa di luca facciamo le tre, cantando le canzoni
che belle vibrazioni...ancora
tu riri, tu riri, tu ririri....
sai che dovresti venirci anche tu
anche se a casa stai comodo...questa è un'era subdola
che ti inchioda il cuore e la vita ad un televisore
ma la sera a casa di luca torniamo a parlare
ma la sera a casa di luca che musica c'è
si discute a casa di luca e non sai quanto vale
sembra niente e invece è importante....ci devi venire
dal balcone a casa di luca si vede anche il mare
e parte una canzone...che bella dimensione, ancora
possiamo ritrovare

(Silvia Salemi, A Casa di Luca)

San Luca

Nel giorno del mio onomastico e della data che ho scelto per dormire la prima notte nella nuova casa (anche ancora senza il materasso!), l'agiografia del santo di cui porto il nome (tratto da Wiki).

San Luca, nato ad Antiochia di Siria, sulle rive del fiume Oronte (ora in Turchia), venerato santo dalla chiesa Cattolica, Ortodossa e Copta.

Di professione medico, di buona cultura, conoscitore del greco in maniera fluente ed elegante, conobbe l'apostolo Paolo di Tarso (San Paolo) di cui divenne discepolo.
Scrisse in greco il terzo vangelo intorno agli anni 80-90 d.C. (da cui il titolo di evangelista: colui che scrisse uno dei quattro vangeli canonici) ; non avendo conosciuto Gesù di Nazareth in maniera diretta, narrò gli avvenimenti tramite il racconto fattogli dagli apostoli e da altri testimoni. Per la sua cultura, è forse il vangelo che esprime in materia letteraria più bella la vita e le opere di Gesù.

Oltre ad essere il patrono dei medici, è anche patrono della pittura in quan…

Il mondo di Vasco

Domani, 4 ottobre 2008, il concerto di Vasco Rossi allo stadio Delle Alpi a Torino, il cantautore dell'emiliana Zocca, e recentemente cittadino onorario di Genova, insignito di tale titolo per averla scelta come prima città nel calendario del suo ultimo tour.

Curioso (ma forse non deve stupire) che domani, 4 ottobre, è dedicato a san Francesco d'Assisi, il patrono d'Italia, a mio parere accomunato col Vasco nella capacità di saper parlare alla gente e di riunire tanto consenso ed ammirazione intorno a se.
E forse è questo il segreto del successo che sociologi, psicologi, esperti di musica e quant'altro cercano di spiegare: semplicemente essere il "signor Rossi", ovvero lui stesso che da voce ai pensieri inespressi di tanti ragazzi, giovani e meno giovani, essere semplicemente lui.

E come San Francesco, il suo messaggio è così semplice e disarmante che occorre svestirsi (come fece il Santo nella piazza di Assisi) di tutti le costruzioni mentali e i sofismi che sp…

San Massimo

Un luogo dello spirito che ho scoperto ieri, passeggiando per le vie di Torino, in una splendida ultima domenica di settembre.

E' la chiesa di San Massimo, in via Mazzini 29 , un imponente ma leggero edificio in stile neoclassico (realizzato dall'architetto Carlo Sada a metà dell'800), dedicato a San Massimo, primo vescovo di Torino (almeno: il primo di cui si ha notizia), vissuto durante il periodo delle invasioni barbariche in Italia (420 è la data della sua morte) e quindi come vescovo guida della città durante questo buio periodo della storia.
Fu discepolo di Sant'Ambrogio di Milano e Sant'Eusebio di Vercelli.
Bellissimo il grande affresco dell'abside raffigurante il santo che predica ai cittadini.

Soapbox race

E' stata definita enfaticamente la corsa più pazza del mondo. In realtà è una definizione consentitemi un pochino (solo un pochino?) esagerata. Quello che è certo è che è sicuramente divertente, almeno per gli equipaggi che partecipano alla gara.

La Soapbox race è una gara tra soapboxovvero veicoli senza motore che si muovono sfruttando le pendenze del terreno. Ieri a Torino si è svolta la goliardica "Red Bull Soap box race", dove le soapbox scendevano da sotto il Monte dei Capuccini per arrivare in piazza Crimea.

Lascio che parlino le immagini...

Un carretto siciliano

Anche i "degenti" possono partecipare alla gara.. :-)

Un bagno viaggiante

Mucca mobile!

..e infine, la doccia!


Il giorno più bello della vita

This photo is taken by "Escape Vehicle", on Flickr, Creative Commons licence.

Non vi è mai capitato di pensare : ecco, questo è il giorno (o uno dei giorni) più belli della mia vita?
Si, a me è capitato, tanto da pensare che questo blog, diecizeronove, in realtà si potrebbe ora chiamare ventiquattrozeronove.
E' come se (e per me lo è) questo giorno fosse stato eletto dagli Angeli (a proposito, per chi non lo sapesse ancora o non se ne fosse accorto, gli angeli esistono veramente), per portare il sigillo dell'Amore a due persone e nello stesso tempo darle una prospettiva fiduciosamente sicura per il futuro, e tutto questo in un destino non predestinato, ma una volta che è accaduto, viene da pensare che non potrebbe essere stato altrimenti.

Difficile forse da spiegare e da capire, ma è come quando le cose ti accadono e pensi : ecco, non poteva essere stato altrimenti, era ciò che desideravo col cuore dal più profondo del mio essere.

Scrivendo in questo blog, e rivolgendomi …

La credenza

In fase di cambio casa e di acquisto di mobili, mi chiedevo ieri perchè il mobile in tinello dove vengono riposte le stoviglie e provviste di cibo si chiama "credenza".
Non avevo mai pensato alla coincidenza tra il mobile credenza e la credenza come atto di credere.

Eppure esiste un legame.
Stando al dizionario etimologico De Mauro, veniva chiamata "credenza" l'atto del servitore (scalco o coppiere) che consisteva nell'assaggiare le vivande e le bevande prima del suo signore, in modo tale che tale assaggio fornisse la credenza (ovvero la confidenza) che il cibo non fosse stato avvelenato.
Da quel gesto, è possibile che il termine sia passato a designare il luogo in cui si effettuava l'atto della credenza, ovvero il mobile dove venivano conservati i cibi prima di venire consumati.

Ricordiamoci quindi oggi, quando tiriamo fuori qualcosa dalla credenza, cosa veniva fatto in passato!

The photo above is taken by "seraphimc", on Flickr, Creative Commons…

Feng Shui a Torino

Feng Shui letteralmente significa acqua e vento, i due elementi che sono in grado di modellare il paesaggio naturale.

Questo è il Feng Shui, un'antica disciplina cinese le cui origini si perdono nella notte dei tempi, un'arte geomantica di origine taoista.
Nel suo aspetto pratico, si può definire l'arte di vivere in armonia con il nostro ambiente e la nostra abitazione.

E proprio sulla casa che si possono trarre i consigli più pratici, dettati da millenni di saggezza cinese, alcuni semplici come fare in modo che la porta di ingresso si apra per l'intero raggio, evitare il disordine (perchè il disordine in casa porta disordine mentale), cambiare spesso il tappetino di ingresso, avere sempre il nome sul campanello (così come noi abbiamo un nome, anche la casa dovrebbe avere un nome), aprire spesso porte e finestre per far cambiare l'aria (così come noi respiriamo, anche la casa "respira"), non mettere specchi di fronte alla porta di ingresso (altrimenti l'…

Il gabbiano Jonathan Livingston

This photo is taken by "Hect", on Flickr, Creative Commons licence.

Abbiamo la stessa età, io e il libro "Il gabbiano Jonathan Livingston", di Richard Bach, un libro a mio parere magico, che trascende il tempo e lo spazio e le generazioni umane, per collocarsi nei romanzi di sempre, come se da sempre fosse stato scritto.
E se questa non è magia..
Per chi non l'avesse ancora letto, un'occasione per comprarlo e leggerlo (è una fiaba di appena 100 pagine che si legge in un solo fiato) , e per chi l'ha già letto, un motivo in più per rileggerlo, magari a distanza di anni.
Leggete il suo insegnamento, perchè insegna veramente a volare.

"Il Vostro corpo, dalla punta del becco alla coda, dall'una all'altra punta delle ali, non è altro che il vostro pensiero, una forma del vostro pensiero, visibile, concreta. Spezzate le catene che imprigionano il pensiero, e anche il vostro corpo sarà libero."

"Scegliamo il nostro mondo successivo in base a ci…

Cristianesimo e metempsicosi

Un tema che mi ha sempre interessato indagare è stato : quanto la religione cristiana, in duemila anni di vita, si è discostata dal primitivo messaggio evangelico, imponendoci una forma mentale e concezione della vita imposta "dall'alto", secoli dopo il messaggio di Gesù Cristo, imposto da arbitrari Concili Ecumenici, Bolle Papali ed altro.

Molte cose, mi sono risposto. E in merito ai dogmi mi stupisce in particolare il divieto di matrimonio dei sacerdoti, l'invenzione medievale del Purgatorio, e oggi, il negare a priori la metempsicosi o trasmigrazione delle anime.
Più corretto sarebbe lasciarci la libera scelta.

E' ragionevole pensare che i primi cristiani potessero credere al ciclo delle rinascite, per loro non era certo un problema ammetterlo, sono note infatti molte scuole di pensiero, sorte nella tarda antichità greco-romana, portatatrici di tale concezione. Del resto anche alcuni grandi filosofi del mondo greco (cito Platone nel mio precente post "Il mit…

Il mito di Er

This photo is taken by "Dead Air" on Flickr, Creative Commons licence.

E se fosse proprio la nostra anima a scegliere il nostro destino ?

Provate ad immaginare. Ma occorre immaginare senza preconcetti, occorre cioè liberarsi dai, veri o falsi (a voi giudicare) stereotipati modi di pensare, superare l'opprimente dogmatismo religioso (Dio e la provvidenza) da un lato, e il materialismo psicologico del XX secolo dall'altro, delle teorie freudiane, della genetica e dell'ambiente che ci insegnano a credere che solo quelle due componenti influenzano il comportamento umano, riducendolo a pure conseguenze meccanicistiche.
E chiederci invece dove sta veramente l'anima.

A supporto di questo mio pensiero, un consiglio di leggere il libro X della "Repubblica" di Platone, l'ultima parte, quella che conclude il libro, con il "Mito di Er".
Racconta Socrate (così il libro è scritto, sotto forma di dialogo con Socrate protagonista) :

"Er figlio di Armen…

Test di medicina

"De usu partium corporis humani"
This photo is taken by "Celeste", on Flickr, Creative Commons licence.

Chissà cosa avrebbe detto Galeno di Pergamo, medico dell'età ellenistica, morto secondo tradizione nel 200 d.C. , divenuto medico della corte imperiale romana, riguardo al numero chiuso all'università.

Ieri, 3 settembre, si è svolto in tutta Italia, il test di ammissione alla facoltà di Medicina.
A Torino, nella sede di Palazzo Nuovo, c'erano 2850 aspiranti per 494 posti (fonte).

Test di ingresso, nei modi in cui viene applicato, a mio parere è una barbarie oltre che violare il diritto allo studio : inutilmente troppo selettivo ("in che anno è stato promulgato lo Statuto Albertino?" : domanda fondamentale prima di intraprendere qualsiasi operazione chirurgica !), inutile anche nel caso fosse istituito per capire chi sia veramente motivato a intraprendere la professione medica.
Come ha affermato il dottor Massimo Citro, dottore omeopata intervistat…

Liberate l'anima

This photo is taken by "btm" on Flickr, Creative Commons licence

Leggo su La Stampa (articolo) lo strazio del padre di Eulana, la ragazza in coma da 16 anni, che sta strenuamente combattendo per la dolce morte di sua figlia, per un atto di pietà che chiede in silenzio, così come la Corte d'Appello ha sancito.

Liberate l'anima di Eulana.

Liberatela.
Lasciate che la sua anima prenda il volo.
Dopo 16 anni di coma, tenuta innaturalmente in vita dalla tecnologia e non dalla natura.
Non si tratta di vita, è semplicemente accanimento terapeutico e la pietà consiste nell'accompagnarla nella dolce morte e non quella di tenerla artificiosamente in una prigione fatta a forma di corpo.
Rispettate vi prego la sua volontà.

Desert Life

"Sunset" : this photo is taken by "Steve took it", on Flickr, Creative Commons licence.

Non ero stato un sostenitore di Second Life nel suo periodo aulico, né adesso vorrei essere un suo detrattore, dato che Second Life, dopo l'incredibile boom di qualche anno fa, pare stia diventanto un luogo tristemente deserto (fonte), realmente deserto nella sua virtualità.

Non ci siamo persi niente, è la mia opinione.

Il nome stesso, Second Life, ovvero Seconda Vita, mi mette i brividi. Cosa ha la nostra prima (ed attuale) vita che non ci può dare se non lo chiediamo veramente ? Perchè mai non possiamo cercare di vivere bene la nostra vita reale, gioire per quello, tanto o poco, che abbiamo e che ci viene regalato, invece di desiderare sempre quello che non abbiamo (o peggio, invidiarlo agli altri).

Si, invidiare, è proprio così, ci insegnano ad invidiare. Stamattina accendendo la televisione prima di andare come ogni giorno al lavoro, capito sulla televendita di divani sulle…